“Un cammino iniziato molto tempo fa per RiGenerazione, una delle due liste espressione dell’associazione Sud in Movimento che, nell’arco di questi 5 anni, ha visto la sua rappresentanza nell’attuale Amministrazione.

Un percorso che per via naturale ci ha portati a scegliere di contribuire nuovamente e con convinzione all’interno di una rinnovata coalizione di centrosinistra, “Grottaglie NEXT”, la quale – come indica lo stesso nome – vuole essere lo slancio in avanti per proseguire col lavoro finora svolto in questi anni, aggiungendo nuovi tasselli allo sviluppo della nostra Città e della sua Comunità.”

Cosi RiGenerazione presenta la sua partecipazione nella coalizione Grottaglie Next, il cartello elettorale a sostegno della ricandidatura di Ciro D’Alò.

“RiGenerazione si compone di donne e uomini che vogliono mettersi in gioco per portare nuove idee e nuova linfa, da cui far nascere sinergie positive per lo sviluppo di una Città attorno all’idea di comunità e di condivisione.

RiGenerazione è l’incontro tra diverse generazioni e culture. È un progetto politico che superando i confini strettamente temporali, territoriali e di genere ha l’obiettivo di fortificarne connessioni e sinergie, in un contesto più ampio che, molto spesso, tende a dividere e a favorire la dispersione di energie su aspetti sociali ed economici del tutto intergenerazionali.

Crediamo fortemente nell’idea di rivalutazione e valorizzazione degli spazi comuni, come base su cui costruire, tutti e tutte, nuove congiunzioni sociali oltre che umane. Su questo concetto si è innestato il più grande progetto di rigenerazione urbana che ha interessato Grottaglie. Si è operato, ad esempio, per portare alla luce zone del centro storico in cui l’asfalto nascondeva il tesoro sottostante, dando la possibilità di percorrere e mettere i piedi sul bianco del basolato ed altri progetti, già approvati, verranno realizzati ancora.”

Continua la nota di presentazione.

“Continuiamo ad immaginare ed a lavorare per un’idea di città, come è stato fatto in questi anni, in cui ogni luogo, pian piano rigenerato, potrà sentirsi ed essere il centro della città stessa. Perché vanno riconnessi gli spazi alle persone ed in questo senso vogliamo continuare a sostituire quel grigiore, restituendo il giusto colore a quegli stessi luoghi.”