L’associazione politico-culturale Sud in Movimento e la lista civica RiGenerazione sottolineano la necessità da parte di tutte le forze politiche presenti sul territorio di Grottaglie ad assumersi le proprie responsabilità nei confronti dei cittadini.

«Dopo il ballottaggio di domenica 19 Giugno nel quale invitiamo tutta la cittadinanza a sostenere il candidato sindaco della coalizione GrottaglieON, Ciro D’Alò – scrivono Michele Nuzzo – Segretario Sud in Movimento e Chiara Intermite – Coordinatrice RiGenerazione, la città necessita subito di profondi cambiamenti e di numerose prese di coscienza da parte della totalità delle forze politiche.

In primis sarà necessario occuparsi in maniera congiunta della questione inerente al Bilancio Preventivo del 2016, in quanto i termini di legge per l’approvazione dello stesso sono ampiamente scaduti e dopo una missiva della Prefettura di Taranto c’è il rischio che Grottaglie venga commissariata paralizzando così l’attività amministrativa, se non sarà risolta la questione del Bilancio Preventivo non sarà possibile pianificare il futuro della città.

Sarebbe vantaggioso per tutti un abbassamento dei toni di questa campagna elettorale in favore del bene comune, in quanto crediamo che la politica non debba essere un gioco al massacro ma un mezzo per garantire la corretta gestione del bene pubblico andando incontro alle necessità della città e dei cittadini.

Non deve essere il conseguimento di un risultato elettorale positivo a fare da discriminante tra l’impegno attivo e la totale apatia, tutti dobbiamo mobilitarci e fare al meglio il nostro lavoro – conclude la nota di Sud in Movimento e RiGenerazione, svolgendo nel pieno delle nostre possibilità il compito affidatoci dai cittadini